Italia: dalla carta al digitale entro il 2016 gen16

Tags

Related Posts

Share This

Italia: dalla carta al digitale entro il 2016

urlIl sistema Italiano sta dimostrando giorno dopo giorno, l’intenzione di rinnovarsi e con il tempo di adeguarsi – come è giusto – seguendo lo sviluppo delle tecnologie digitali.

Il decreto del Consiglio dei ministri pubblicato il 12 gennaio 2015 sulla Gazzetta Ufficiale, riporta come la Pubblica Amministrazione passerà dall’obsoleto supporto cartaceo a quello digitale entro l’anno 2016.

Il decreto “Regole tecniche in maniera di formazione, trasmissione, copia, duplicazione, riproduzione e validazione temporale dei documenti informatici nonché di formazione e conservazione dei documenti informatici delle pubbliche amministrazioni” è la risposta concreta ad una promessa di cambiamento, più volte proclamata.

Secondo questo decreto, gli enti della pubblica amministrazione avranno a disposizione tutto l’anno 2015 per adeguarsi al passaggio dal cartaceo al digitale e per allinearsi all’offerta digitale di servizi per i cittadini.

Dal 11 febbraio 2015 (nonostante  già nove anni fa il Codice dell’amministrazione avesse avviato questo processo) le amministrazioni pubbliche e le società partecipate, compresi i privati, dovranno una volta per tutte avviare un processo di digitalizzazione per quanto riguarda la gestione dei propri documenti, in modo tale da completare il processo di adeguamento entro i 18 mesi successivi.

Niente più tonnellate di carta, documenti compilati a mano e timbrati. Niente più code inutili e tempo perso per servizi facilmente fruibili da casa.
Ma la vera sfida è: La cultura digitale della P.A. e dei cittadini è abbastanza diffusa da permettere un passaggio come questo?

Please like & share: