L’arte di imparare ad imparare. apr02

Tags

Related Posts

Share This

L’arte di imparare ad imparare.

montessori

Maria Montessori diceva che “se si è imparato ad imparare allora si è fatti per imparare” e che “quando la mano si perfeziona in un lavoro scelto spontaneamente, e nasce la volontà di riuscire, di superare un ostacolo, la coscienza si arricchisce di qualcosa di ben diverso da una semplice cognizione: è la coscienza del proprio valore”.

Una scuola senza voti, né premi, né punizioni, né competizione. In Italia esistono molte scuole che seguono il cosiddetto “metodo Montessori”.

Il metodo educativo che porta il suo nome incoraggia l’incontro e il rapporto dell’essere umano e in particolare del bambino con la natura e tramite l’educazione cosmica, si apprende che tutti gli esseri viventi sono in forte connessione tra loro, incoraggiando il bambino al rispetto e alla solidarietà verso ciò che lo circonda.

“L’idea è quella di portare un cambiamento a partire dall’educazione: sognavamo una scuola dove i bambini fossero liberi di muoversi e di scegliere, dove fosse valorizzata la diversità e promossi l’autonomia e il senso critico, dove fosse possibile lavorare cooperando con gli altri bambini: una scuola senza giudizi , né voti, né premi, né punizioni, né competizione. La scuola deve diventare un luogo di crescita importante non solo da un punto di vista cognitivo ma anche di sviluppo personale sotto molteplici punti di vista: relazionale, dell’autonomia, di riconoscimento e crescita delle proprie capacità individuali. Un luogo dove sperimentarsi e coltivare l’innato desiderio di apprendere in un clima di cooperazione, rispetto e valorizzazione della diversità.

[link]

Please like & share: